Home > Italiano > TM in pillole > Cosa sapere > Chi è il T-Man

Chi è il T-Man

Chi è il temporary manager?


Dall'Inghilterra, il mercato europeo più evoluto, arriva questo profilo ideale:

  • età compresa tra 45 e 55 anni
  • aver attraversato 5 cambiamenti di azienda con fino a 10 diversi ruoli ricoperti durante la propria carriera
  • aver operato per oltre 20 anni come manager permanente
  • aver possibilmente già operato per oltre 3 anni come interim manager
  • essere consapevole di “vendere” know how
  • non essere più interessato alla carriera intesa in senso tradizionale.


Deve coniugare elevata competenza specifica con caratteristiche personali che ne rappresentano l'elemento distintivo:

  • motivazione a ricercare in ogni incarico una nuova sfida.
  • rapidità di analisi e di valutazione, unite alla capacità di definire rapidamente piani operativi vincenti.
  • attitudine a creare rapidamente un ambiente di lavoro motivante e a gestirlo attraverso il coinvolgimento operativo diretto.
  • senso e valore del risultato, uniti ad una forte determinazione a raggiungere gli obiettivi concordati, a una grande capacità di lavoro e a un forte senso etico.
  • capacità di problem solving e project management.


È un manager che ha già operato la transizione dal concetto di status (legato alla concezione del dirigente tradizionale) al concetto di valore/contributo che si è capaci di fornire all’azienda cliente, e pensa e opera come una vera e propria microazienda.

icon_capital_advisor.png

Aiutiamo le PMI nella ricerca di partner strategici o finanziari per operazioni di Management Buy In (MBI) e di IDE/FDI

leggi di più
Bancabilità del temporary management (white paper in lingua inglese)

Il tema della bancabilità del temporary management, già oggetto di diversi convegni organizzati con AIDP e ANDAF, inizia ad essere ritenuto…

leggi di più